Campitello, al via la stagione 2016/17: "Vogliamo essere protagonisti"

"Con oltre 300 tesserati dei settori giovanili delle due società (Polisportiva D. Campitello e ASD Giovanili Campitello), con un qualificato staff tecnico fatto di ventidue unità, con idee programmatiche chiare ed innovative, il Campitello si presenterà ai nastri di partenza della stagione sportiva 2016/2017, con la piena intenzione di essere, come da tradizione, protagonista".

Così il comunicato stampa congiunto della Polisportiva e dell'Asd Campitello a doppia firma dei due presidenti Cristiano Castellani e Federico Gigliati che annunciano la partenza della 44esima stagione rossoblù.

"Il Presidente della Polisportiva Cristiano Castellani - prosegue il comunicato - richiama una frase del bel libro di Jorge Valdano: ”Le undici virtù del leader” per caratterizzare la nuova stagione: “Non c’è medaglia o trofeo migliore che l’essere riconosciuto per il proprio stile. Lo stile non è più importante del risultato, semplicemente viene prima.”

Come ogni anno, dice il nuovo Responsabile Tecnico del Settore Giovanile, Claudio Carloppi, abbiamo svolto gli incontri con tutti i venti gruppi; sono stati organizzati, come negli anni passati, i ritiri in quel di Norcia. Ringraziamo i genitori per la fiducia accordataci, auguriamo ai nostri ragazzi che sono passati alla Ternana per disputare i campionati nazionali, il più sentito in bocca al lupo.

Lo stesso Direttore Sportivo/Direttore Generale Roberto Passagrilli, che in queste settimane ha lavorato per potenziare l’organico della prima squadra e della Juniores, si dichiara soddisfatto del rapporto di proficua collaborazione frutto del recente accordo con la società rossoverde.

La scuola calcio, dice il responsabile Fabio Andreucci, coadiuvato dal coordinatore tecnico Luigi Bucciarelli, ha rose numerose, già da due anni stiamo sperimentando nuove idee che svilupperemo nel corso della nuova stagione sportiva. 

Una positiva novità caratterizzerà la prossima stagione sportiva: il Professor Pier Luigi Garofalo, oltre che preparatore atletico della prima squadra e Juniores, curerà l’aspetto fisico del settore giovanile.

Mentre sta per iniziare la 44° stagione il Presidente della Polisportiva Cristiano Castellani e il Presidente dell’ASD Giovanili Campitello, Federico Gigliati, ringraziano i dirigenti che in questi decenni hanno costruito, mettendoci tempo, risorse economiche, responsabilità, cuore, questa bella storia; tutti i collaboratori con una menzione per Alberto Marconi e Andrea Babucci per l’ottimo lavoro svolto che ha consentito di allargare il numero dei tesserati e di ottenere buoni risultati sportivi, le società avevano confermato, per la prossima stagione, entrambi nei loro ruoli, le loro scelte personali, che vanno rispettate, hanno portato all’interruzione del rapporto di collaborazione.

Un grazie anche a Silvano Ricci per il contributo dato per la passata stagione come Direttore Generale. Le difficoltà della Polisportiva Campitello, sono le difficoltà di tutte le società dilettantistiche e sono connesse con la crisi che ha colpito in questo ultimo decennio l’economia del nostro paese. Con una particolarità positiva, che caratterizza la storia della Polisportiva: i consistenti investimenti per migliorare la qualità del complesso sportivo di Via Italo Ferri 5/9 oggi costituito da tre campi in sintetico (a 5, a 7 e a 11) e i relativi servizi.

In questo quarto di secolo sono stati investiti, nel complesso sportivo, circa un milione e mezzo di euro con un rapporto 60 – 40 tra la Polisportiva e il Comune. Nonostante questo imponente investimento di risorse economiche è cresciuta la famiglia rosso-blu e la qualità del nostro impegno, che ha riscontro non solo nei risultati sportivi, ma anche in un dato: nelle ultime quattro stagioni sono stati collocati 21 nostri atleti in società professionistiche (Torino, Ternana, Perugia, Spal, Viterbese e L’Aquila) e due in serie D.

Mentre parte una nuova stagione sportiva non possiamo che augurare un “buon cammino” a noi stessi e a tutte le realtà dilettantistiche della nostra città che svolgono un determinante ruolo per la crescita dei nostri ragazzi".

 

FONTE SPORTERNI.it visibile qui